Spiagge libere e Solarium. Revocato appalto a Caffè Napoleon, il Comune avvii subito la gestione diretta.

Con Determina numero 13/431 il Direttore della direzione ecologia e ambiente del Comune di Catania ha ieri revocato ufficialmente l'appalto di gestione di spiagge libere e solarium alla società Caffè Napoleon.

Tale società si era aggiudicata l'appalto l'anno scorso dopo che gli uffici comunali avevano revocato la gestione in capo alla ditta “Giuseppe Fraggetta e C.”, vincitrice della gara d'appalto.

Sulla Società cooperativa Caffè Napoleon, che ha assunto la gestione degli accessi al mare comunale nel mese di agosto, si erano accesi immediatamente i riflettori per via del fatto che alcune persone che prestavano servizio per la società erano implicate in inchieste per mafia.

Associazioni antimafia, società civile, partiti politici, rappresentanti istituzionali hanno chiesto già ad agosto l'immediata revoca dell'appalto. L'Amministrazione comunale ha atteso e ha disposto la revoca solo ieri, 28 aprile, ad appena 3 giorni dal primo maggio, data di inizio delle attività nelle spiagge e nei solarium prevista nell'appalto.

È comunque un atto importante e positivo la revoca dell'appalto, nonostante l'inspiegabile ritardo.

Adesso l'Amministrazione comunale e gli uffici devono con urgenza avviare la stagione balneare. Accogliendo una proposta avanzata da più parti, tra gli altri da Catania Bene Comune, l'Assessore al ramo e i funzionari hanno confermato l'intenzione di assegnare la gestione dei parcheggi alla Sostare e la gestione della sicurezza e della manutenzione delle spiagge alla Multiservizi. Società pubbliche controllate direttamente dal Comune.

Mentre la gara per il montaggio dei solarium è stata appena aggiudicata, anch'essa con assurdo ritardo, in queste ore i parcheggi comunali della playa, oggetto dell'appalto revocato, sono gestiti da soggetti senza alcun titolo che pretendono il pagamento per la sosta. Allo stesso modo gli ingressi alle spiagge libere.

L'amministrazione ha il dovere di inziare subito la manutenzione delle spiagge, lasciate vergognosamente nel degrado, di assumere sin da subito la gestione dei parcheggi e di affrettare il montaggio dei solarium. È evidente che se il Comune vorrà assegnare con procedura pubblica la creazione di aree ristoro all'interno di spiagge e solarium, questo non dovrà influire minimamente con i tempi di apertura delle strutture.

Le catanesi e i catanesi hanno il diritto di accedere al mare in sicurezza con l'inizio della stagione balneare. È infatti inaccettabile la volontà di ritardare montaggio dei solarium e manutenzione delle spiagge libere, al fine di favorire i privati e costringere le cittadine e i cittadini a pagare per fare il bagno in sicurezza o a non potersi permettere di andare al mare.

Chiediamo al Comune di convocare subito un incontro con associazioni e cittadinanza per definire al meglio le modalità di svolgimento della stagione balneare: trasporto pubblico verso la playa e il lungomare, pista ciclabile verso la playa, illuminazione pubblica, gestione di traffico e parcheggi anche negli orari notturni, servizi per le persone diversamente abili, intervento sulla gestione mafiosa di alcune aree della playa.

Catania Bene Comune

Sabato 29 Aprile 2017

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.