Conferenza stampa sul bilancio chiusa ai cittadini. Il Municipio è dei cittadini, non del Sindaco.

L'Ufficio Stampa del Comune di Catania ha comunicato che la conferenza stampa di sabato 28 maggio nella quale il Sindaco Bianco e l'Assessore al Bilancio Girlando presenteranno “lo stato del Bilancio, del Piano di riequilibrio finanziario e dei debiti fuori bilancio del Comune di Catania”, sarà svolta a porte chiuse. Potranno accedere, accreditandosi entro le ore 18 di oggi, 26 maggio 2016, solo “giornalisti, fotografi e operatori di ripresa iscritti all'Albo professionale che dovranno specificare nome, cognome, testata e numero di tessera dell'Ordine. Gli operatori di ripresa di troupe televisive non iscritti all'albo professionale potranno entrare se accompagnati da un iscritto all'Ordine dei giornalisti”.

Lunedì 23 maggio durante l'assemblea su debito e bilancio svoltasi a Palestra Lupo, che ha visto la partecipazione di associazioni, partiti, movimenti e comitati, è stata dichiarata l'intenzione di ascoltare le parole del Sindaco e dell'Assessore al Bilancio proprio in occasione della conferenza stampa di sabato prossimo.

Chiudere il Palazzo comunale ai cittadini, blindando una conferenza stampa su temi così delicati e di interesse generale, è un atto inqualificabile che mina seriamente la vita democratica della città.

Sindaco e Assessore al Bilancio presenteranno dati contabili e misure che condizioneranno la qualità della vita di ogni singolo cittadino catanese per i prossimi trent'anni, presenteranno decisioni che comprometteranno servizi pubblici, diritti, posti di lavoro, beni comuni della città di Catania.

Parleranno di temi pubblici e hanno il dovere di farlo pubblicamente.

Il Sindaco è stato eletto dalle cittadine e dai cittadini catanesi come proprio rappresentante ed è obbligato a dare costantemente conto alla città del lavoro svolto, lavoro per il quale viene stipendiato proprio dalla collettività. È inaccettabile che rifiuti il confronto con la cittadinanza e si barrichi nel palazzo.

Pertanto chiediamo che venga consentito il libero accesso al Palazzo Comunale e si assicuri la presenza di pubblico alla conferenza stampa di sabato prossimo.

Impedire a chi non è iscritto all'albo dei giornalisti e non possiede la tessera dell'Ordine di accedere a una conferenza stampa è inoltre un attentato alla libertà d'informazione. L'informazione vede oggi protagonisti donne e uomini che non hanno intenzione di iscriversi o non sono ancora in possesso della tessera dell'Ordine dei giornalisti, che sarebbe gravissimo escludere da una conferenza stampa.

Facciamo appello al Prefetto e al Questore di Catania affinché venga impedita la chiusura del Palazzo Comunale e venga assicurata la presenza di pubblico in occasione di un momento tanto delicato per la vita democratica di Catania e per gli importanti impegni di natura economica che la città dovrà assumersi.

Diffidiamo sin da ora il Sindaco, la Presidente del Consiglio Comunale e il comandante dei vigili urbani a impedire l'accesso delle cittadine e dei cittadini catanesi nel Palazzo Comunale sabato 28 maggio.

Ribadiamo la presenza di una delegazione alla conferenza stampa del Sindaco Bianco e dell'Assessore Girlando, sabato 28 maggio a alle ore 10 a Palazzo degli Elefanti.

Catania Bene Comune

Giovedì 26 Maggio 2016

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.