Catania col popolo curdo contro l'ISIS. Un grande concerto per Kobane.

Il popolo curdo rinasce coraggiosamente tra le macerie di una guerra che lo ha messo a dura prova ma non lo ha sconfitto. Un esempio assoluto di resistenza, democrazia, uguaglianza e lotta a capitalismo e patriarcato da diffondere in tutto il mondo. La guerra dei curdi contro l'ISIS è la dimostrazione che per rispondere alla barbarie non occorrono le bombe ma un'alternativa democratica e laica di società, che sappia combattere e resistere.  La città di Kobane è il simbolo di questa resistenza e della voglia di riscatto di ogni oppresso.

Catania sostiene la ricostruzione della città di Kobane con un bellissimo evento, domenica 4 ottobre a Palestra Lupoqui l'evento facebook

Tutto il ricavato della serata verrà devoluto per finanziare la ricostruzione di una scuola, una casa delle donne e un ospedale a Kobane.

IL PROGRAMMA COMPLETO

18.30 Incontro con Ozlem Tanrikulu, Presidente UIKI onlus (http://www.uikionlus.com/) ufficio di informazione del Kurdistan in Italia e rappresentante del movimento delle donne curde.

A seguire cena sociale e concerti (ore 21.00) in solidarietà col popolo curdo e contro la guerra: Si esibiranno, nel corso della serata, Simona Norato, Lead to Gold, da Black Jezus e Costanza Paternò.
All'interno dello spazio sarà allestita anche una mostra fotografica sul Kurdistan realizzata dal freelance Francesco Bellina. (http://goo.gl/EPqEHJ)

Tutti i proventi serviranno a finanziare progetti per ricostruire Kobane, bombardata dall'Isis. (http://goo.gl/xixuS1)

----
★SIMONA NORATO

Palermitana doc, con alle spalle un lungo e brillante curriculum. Inizia negli anni zero con la militanza nei F-male croix con cui si aggiudica la vittoria per le selezioni regionali di Arezzo Wave 2001 e quella del Sonica Fest 2003. Vincitrice come solista, nel 2006, del Contro-Festival di Sanremo con il brano "Cuore lento".
Ma è tra il 2008 e il 2010 che arrivano le collaborazioni più importanti: quelle con Antonio Di Martino e Serena Ganci, rispettivamente nei progetti Dimartino e Iotatola, due delle migliori realtà del panorama indipendente a metà tra cantautorato, pop e sperimentazione. Esperienze fondamentali servite a forgiare uno stile sempre più personale e ricercato, mettendo insieme il ricco patrimonio cantautorale nazionale con una capacità di ricerca e sperimentazione inesauribile. Dopo l'abbandono di Dimartino prima e Iotatola poi, il 2014 segna l'anno della definitiva svolta solista. Pochi mesi invernali sono sufficienti a mettere insieme una manciata di canzoni che vanno a comporre l'esordio ufficiale, intitolato “La fine del mondo”. Il disco, registrato a Catania presso Zen Arcade, vanta un padrino d'eccezione quale Cesare Basile (già alla produzione di “Cara maestra abbiamo perso” di Dimartino nel 2010) ed esce per la nuova etichetta siciliana indipendente I dischi della Fionda.
Un disco intimo ed eclettico, che spazia dal rock al folk alla new wave anni 80 senza mai dimenticare la canzone d'autore. Un'opera ispirata, una miniera di riferimenti che celebra un tributo alle migliori band indipendenti dagli anni 90 in poi.
Tra marzo e aprile 2015 affianca Basile in tour aprendo i live in solo performance e suonando piano e synth insieme ai Caminanti, super band composta, tra gli altri, da Enrico Gabrielli (Afterhours, Calibro 35), Rodrigo D'Erasmo (Afterhours) e Manuel Agnelli (ospite per alcune date). Tra giugno e luglio intraprende un nuovo tour al fianco di Cesare Basile. 
Finalista al Premio Tenco 2015 con “La fine del mondo” per la categoria migliore “Opera prima”.

★LEAD TO GOLD

Nascono agli inizi del 2014 da un'idea di Sebastiano Longo, voce e chitarra del gruppo; Giulia Serra (voce e synth) e Sergio Longo (voce e basi) completano la formazione. Il loro è un accurato mix di sonorità electro, new wave, trip hop, eleganti e minimali.
Il primo singolo "Where'd You Run" (interamente registrato con un iPhone) è accompagnato dal loro video d'esordio, anch'esso interamente autoprodotto.
Esordiscono con una prima esibizione nell'estate 2014 presso "La Locomotiva" (Adrano) in occasione di un live de "La Governante", con cui instaurano un sodalizio artistico.
A luglio vincono il Nuove Zanne Contest, concorso aperto a tutte le band italiane indetto da Zanne Festival , venendo selezionati tra oltre 100 gruppi ed esibendosi nel corso della serata conclusiva aprendo il live per i Calexico.
Nell'estate 2014 avviano le registrazioni del loro primo lavoro in studio, l'ep "Less is More". Dal gennaio 2015 il gruppo prosegue autonomamente il lavoro di missaggio e mastering e nel marzo 2015 ultima i lavori. Contemporaneamente girano il secondo video per il singolo dell'omonimo ep "Less is More", uscito a maggio. A luglio si esibiscono per il Catania Pride 2015. 
È prevista per settembre l'uscita di Room 101, terzo singolo estratto dall'ep, accompagnato da un nuovo videoclip autoprodotto. 

★da BLACK JEZUS

Il progetto da Black Jezus nasce a Troina (Enna) nel dicembre 2012 dall’incontro di Luca Impellizzeri (testi, voce, chitarra e beat) e Ivano Amata (chitarre e xilofono) con l’esigenza di miscelare cantautorato acustico e blues ad una ritmica beat soul minimale. Il duo debutta nel novembre 2014 con l'ep di 6 brani Don't mean a thing. L'album è stato anticipato, nel luglio 2014, dal singolo Sometimes, accompagnato dalle atmosfere liriche e suggestive del video curato da Pietro Leone e interamente girato a Troina, paese natale del duo. Lavoro che è valso alla band la vittoria del contest Marte Live 2014 per la categoria miglior video. Un'ulteriore conferma arriva inoltre alle selezioni di Italia Wave Sicilia 2013, alle quali la band si piazza al secondo posto.
Molte le recensioni che hanno accolto con vivo interesse Don't mean a thing, dalla stampa locale a quella nazionale (Il Fatto quotidiano, La Stampa). Nel dicembre 2014 la redazione di Rockit segnala Da Black Jezus tra le 10 realtà più promettenti della nuova scena indipendente nazionale (http://www.rockit.it/articolo/spinga-signora-spinga-classifica-2014).
Ad aprile 2015 il duo si piazza secondo nella classifica stilata dalla giuria di qualità dell'1'MNext, contest che seleziona band emergenti per il Concerto del Primo Maggio a Roma.
Nel mese di giugno partecipa a Catania a Zanne Preview, rassegna dedicata alle etichette indipendenti che anticipa Zanne Festival, riscuotendo numerosi consensi e buone recensioni. Nello stesso mese vince inoltre il contest Voglio DIZ Festival, piazzandosi al primo posto su una rosa di oltre 100 band, che lo conduce direttamente sul palco del DIZ Festival il 3 luglio.
Parallelamente Luca Impellizzeri porta avanti l'attività della scrittura con la pubblicazione, nel 2011, del suo primo romanzo Pensa al vento, edito da Gruppo Albatros Il Filo. 
Per l'autunno 2015 è prevista l'uscita di un ep di remix di Don't mean a thing e la pubblicazione del secondo romanzo di Luca Impellizzeri per Habanero Edizioni.

★COSTANZA PATERNÒ

Io canto. Alle volte, almeno. Non ho un curriculum stellare, ma ho i miei pregi.
La mia voce piace e anche quello che vuole dire.

Di noi e del nostro essere.

...

C'è un plurale.

La poesia non è un caso ma il più delle volte dovrebbe esserlo, quando abbraccia un plurale.

Basti anche solo a indicare che lo sconosciuto c'è.

Perché alle volte ci sembra tutto così chiaro e soffocante.

Così qui o li.

Mentre
Un modo ci deve pur essere 
Per entrare nel muro.

★La mostra di Francesco Bellina

“Rojbas” nella lingua curda significa “ Buongiorno”.
Nel Kurdistan turco però, è vietato parlare in curdo, lingua che non viene insegnata né nelle scuole, né nei campi profughi né altrove.
Durante la Festa del Newroz, il popolo curdo si riunisce in una grandissima festa, sventolando bandiere, cantando canzoni popolari e indossando i simboli della lotta per il loro riconoscimento.
Le foto sono state scattate nel Kurdistan turco, durante i festeggiamenti del Newroz.

 

 

Giovedì 1 Ottobre 2015

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.