Verde pubblico. L'amministrazione non si trinceri dietro la propria arroganza.

Abbiamo posto al sindaco Bianco delle domande sulla gestione del verde pubblico, abbiamo ricevuto da alcuni consiglieri di maggioranza qualche frammento di risposta misto a sberleffi e insulti. Soprattutto siamo stati accusati di essere disinformati e propagatori di bufale e di psicosi.

Strano, ma forse no, che l'accusa venga da un'amministrazione poco incline a rispondere alle domande. Eloquente questo frammento di un'intervista all'assessore D'Agata:
"Assessore, cosa è stato fatto in relazione alle palme e al loro stato di salute, da quando si è insediato?"
"Non le rispondo"
"Avete predisposto controlli per il punteruolo rosso?"
"Questo è un problema gestionale dei dirigenti che immagino lo abbiano fatto".
(L'articolo di LiveSicilia)

Strano, senza dubbio, che le dichiarazioni dei nostri amministratori sulla gestione dell'abbattimento delle palme e sul rispetto delle procedure non coincidano con il racconto dei cronisti (l'articolo di Ctzen).

Non volevamo scatenare polemiche di questo tipo, ci saremmo accontentati di risposte un po' più formali, con più informazioni e meno insulti. L'argomento è importante, in una città in cui la pioggia e il vento possono mettere a repentaglio la nostra sicurezza. Catania ha bisogno di molti lavori per essere meno esposta al maltempo (e non solo), ma soprattutto ha bisogno di manutenzione ordinaria, di cure costanti: gli interventi occasionali e sconnessi fra loro a cui siamo ormai abituati, una gestione che sta dietro alle emergenze invece di prevenirle, ci portano in un vicolo cieco. Ci vuole un piano del verde, come ci vuole un piano regolatore. L'Amministrazione intende avviare un lavoro in tal senso? Dispone di risorse finanziarie sufficienti per farsi carico della manutenzione della città? Ha la volontà politica di uscire dalla emergenza perenne e programmare una corretta gestione del rischio? Intende formare e far lavorare gli operai della Multiservizi o li licenzierà, per poi ricorrere ad appalti esterni?
Non ci sembrano domande pretestuose: se i nostri amministratori le trovano tali, abbiano comunque l'umiltà di rispondere. La città se lo aspetta e se lo merita.

Giovedì 30 Ottobre 2014

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.