Daidone da Forza Italia al Nucleo di Valutazione del Comune. 18mila euro l'anno ma la nomina è illegittima.

Letterio Dario Daidone, vice coordinatore di Forza Italia in provincia di Catania, candidato sia alle scorse elezioni regionali che alle elezioni politiche del marzo 2018, è stato nominato dal Sindaco di Catania Salvo Pogliese, Presidente del Nucleo di Valutazione del Comune di Catania.

Il provvedimento è del 20 marzo 2019, numero 03/154. Assieme a Daidone sono stati nominati componenti del nucleo di valutazione l'avvocato Domenico Di Mauro e la Dott.ssa Daniela Torrisi. Qui il provvedimento.

Ai tre “è riconosciuto un compenso annuo determinato in euro 18mila oltre gli oneri previsti dalla legge, nonché i rimborsi documentati delle spese di viaggio, nel caso di residenza fuori dal territorio del Comune di Catania”. Gli incarichi hanno la durata di tre anni.

Il Nucleo di Valutazione è lo strumento attraverso il quale l'amministrazione comunale individua “metodi e strumenti idonei a misurare, valutare e premiare la performance individuale e quella organizzativa, secondo criteri strettamente connessi alla mission istituzionale dell’ente e al soddisfacimento dei bisogni dei cittadini e, più in generale, dei destinatari dei servizi pubblici”.

In data 20 novembre 2018 il Comune ha pubblicato un avviso pubblico per l'individuazione dei tre componenti esterni del Nucleo di Valutazione. Al Comune sono pervenute 39 domande. Tuttavia “non si è proceduto alla formazione di alcuna graduatoria” e la scelta dei componenti è stata rimessa unicamente alla volontà del Sindaco che ha potuto valutare “un prospetto comparativo” senza alcun vincolo.

Così Presidente del Nucleo di Valutazione, stipendiato con almeno 18mila euro l'anno dal Comune, è stato nominato proprio Dario Daidone vice coordinatore di Forza Italia a Catania. Vice proprio di Pogliese che di Forza Italia è coordinatore provinciale.

Peccato però che tale nomina oltre che assolutamente inopportuna appare anche illegittima. Tra le cause di inconferibilità, incompatibilità e conflitti d'interesse previste all'articolo 6 del bando per la nomina dei componenti del Nucleo di Valutazione, al comma 1 è sancito che “i componenti del NV non possono essere nominati tra soggetti che rivestono incarichi pubblici elettivi o carichi in partiti politici o in organizzazioni sindacali ovvero che abbiano rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni, ovvero che abbiano rivestito simili incarichi o cariche o che abbiano avuto simili rapporti nei tre anni precedenti la nomina”. Appare evidentissimo come Dario Daidone, vice coordinatore di Forza Italia almeno fino al novembre 2018, momento in cui ha presentato a tale titolo, insieme a Pogliese, la convention di Forza Italia a Catania, non possa in alcun modo ricoprire l'incarico di componente del Nucleo di Valutazione del Comune di Catania.

Catania Bene Comune ha già presentato una richiesta di accesso generalizzato al Comune per conoscere se esistono altre cause di incompatibilità, inconferibilità o conflitto d'interessi nella nomina dei tre componenti del Nucleo di Valutazione.

È bene che si chiuda definitivamente a Catania la stagione della spartizione politica degli incarichi amministrativi e che si metta fine alle logiche clientelari e agli stipendifici. Per questo motivo è opportuno che l'amministrazione comunale e il Segretario Generale annullino immediatamente l'atto di nomina del Nucleo di Valutazione.

Catania Bene Comune

Mercoledì 20 Marzo 2019

Aggiungi commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.